real madrid-juventus, allegri
in ,

Juventus-Bologna, Allegri: “In Italia ci piace la commedia. Domani Dybala-Higuain dal 1′”

JUVENTUS-BOLOGNA, ALLEGRI- Un Massimiliano Allegri piuttosto sereno e ironico quello presentatosi stamane in conferenza stampa alla vigilia della sfida tra Juventus e Bologna.

GLI AVVERSARI DI DOMANI

“Mancano  tre giornate alla fine, siamo a 20 giorni, neanche, dalla fine della stagione. Domani abbiamo una partita che dobbiamo vincere per preparare al meglio la Coppa Italia. Il Bologna gioca bene, ha dei giocatori anche di qualità, ben organizzato e verrà qui cercando di fare un’impresa e una vittoria storica. Quindi noi dobbiamo affrontarla con grande determinazione, rispetto e fare tesoro di quello che abbiamo passato e lasciato, soprattutto vedi Crotone”

SETTIMANA DI COMMEDIA”

Il tecnico ha così commentato la polemica della settimana, con protagonista il siparietto con Tagliavento: “In Italia ci piace fare un po’ di commedia, quindi direi che questa settimana è stata una commedia lunga. E’ l’unico campionato ancora aperto perchè non è ancora chiuso, il Napoli ha possibilità matematiche di poter vincere lo Scudetto e noi finchè non abbiamo la matematica certezza non dobbiamo mollare una virgola. E quando si arriva in fondo al campionato, ci sono sempre delle sorprese. La Champions è ancora aperta, la lotta salvezza è ancora aperta, l’Europa League è ancora aperta, quindi un campionato noioso come veniva definito all’inizio non è, però i numeri che sta facendo la Juventus sono numeri importanti, perchè l’anno scorso a 88 punti, a questo punto, avremmo vinto il campionato. Però anche l’anno scorso avevamo 9 punti di vantaggio a tre giornate dalla fine, poi perdemmo a Roma, la Roma vinse in casa, vinse le ultime tre partite, il Napoli lo stesso, e a due giornate dalla fine avevamo 4 punti di vantaggio, perchè poi vincemmo col Crotone e vincemmo il campionato. Quindi il campionato lo vinci, se ti va bene, a due giornate dalla fine”.

SU DYABLA E HIGUAIN

“Domani giocano Dybala e Higuain dall’inizio e sono quelli che in queste partite ci devono fare i gol Scudetto”.

SUL FUTURO

“Sono legato alla Juventus, sto bene alla Juventus. Non ci sono altre cose da dire.”