real madrid-juventus, allegri
in ,

Juventus-Milan, Allegri: “Vincere per la storia”. Buffon:”Annata emotivamente complicata”

JUVENTUS-MILAN, ALLEGRI- Massimiliano Allegri e Gigi Buffon sono intervenuti in conferenza stampa alla vigilia della finale di Coppa Italia contro il Milan. Volti distesi e stagione che si avvia verso il finale.

BUFFON

Sulla stagione…

“E’ stata un’annata emotivamente complicata, quello è innegabile, perchè è cominciata troppo presto per poter avere poi la forza di gestire con razionalità tutto quello che via via accadeva. Perchè è cominciata da novembre con una delusione che avrebbe ammazzato chiunque. Tant’è che anche recentemente, dopo qualche problemino che abbiamo avuto con la Juve di classifica, ogni mattina mi svegliavo, mi guardavo allo specchio e vedendomi in piedi mi dicevo: o sei la persona più forte del mondo, o sei la persona più infima e schifosa del mondo, perchè riuscire a stare ancora in piedi alla mattina con questa forza, non è da tutti dopo tutto quello che è accaduto quest’anno. Però non mi sono ancora risposto, devo capire ancora se sono più forte o più infimo. Valuteremo”

Sulla forza della Juve…

“La nostra forza pensa sia stata la medesima, quando la Juve dà la sensazione di essere spacciata riesce a rimettere in piedi partita, risultato e stagione come se avesse sette vite. Il comune denominatore della Juve negli ultimi 7 anni non si è annacquato”.

Sulla Nazionale…

“In questo momento non è il pensiero ricorrente, non ci sto pensando. Sicuramente non ricordo con piacere le tantissime polemiche per il disturbo procurato alla Nazionale a marzo. Sono una persona che ha impostato la vita su orgoglio e dignità. Vedremo”.

ALLEGRI

Sullo scudetto…

“Stasera parlare di Scudetto credo non abbia senso perchè domani ci giochiamo la Coppa e quindi anche se fosse sabato non saprei cosa dire in conferenza. Al limite parliamone sabato dello Scudetto, così almeno qualcosa avrò da dire anche sabato. Parliamo della Coppa. Domani abbiamo una partita che per noi è importante, molto importante, perchè chiuderebbe una stagione, anche se lo Scudetto finchè non abbiamo la matematica non l’abbiamo conquistato, però diciamo che siamo un pezzettino avanti. E abbiamo questa Coppa perchè i ragazzi entrino di nuovo nella storia della Juventus”

Cuadrado terzino del futuro…

“Cuadrado ha fatto bene a Milano, ha sbagliato…. ha avuto due letture sbagliate su queste palle in diagonale, ma lì è solo l’abitudine nel giocare nel ruolo. Però è un giocatore che tranquillamente lo può fare”

Sulle scelte di domani…

“Benatia? O gioca lui o gioca Rugani. Perchè ce ne sono tre: c’è lui, c’è Barzagli, che tra l’altro oggi fa il compleanno e quindi bisogna fargli un bel regalo domani, e Rugani. Quindi di questi tre, due giocano”

Sul Milan…

“Domani dovremo essere molto bravi nelle marcature preventive. Hanno dei giocatori ottimi, perchè il Milan è una squadra tecnica, quindi è una finale e bisogna giocarla con grande equilibrio e con grande testa”.